La mia ricetta abruzzese per Pasqua: le “pizzarelle” al formaggio

Ed eccomi con la mia prima ricetta per la rubrica mensile delle blogger di L’Abruzzo in Tavola!

Il tema di Aprile, giustamente, è la Pasqua. L’Abruzzo, come ogni regione italiana, è ricco di tradizioni per la Pasqua, soprattutto culinarie! I piatti tipici cambiano anche a distanza di pochi chilometri tra un paese e l’altro, e far parte di questo progetto mi permette non solo di condividere con le altre blogger e con voi tutti le ricette classiche, diffuse in tutto l’Abruzzo, ma anche di scoprire specialità della mia stessa regione che non conoscevo neanche!

In fondo al blog troverete l’elenco delle ricette pasquali che le altre blogger hanno pubblicato finora, ora vi presento la mia ricetta: le “pizzarelle” salate al formaggio.

Pizzarelle PasquaQueste pizzarelle sono il classico per eccellenza che non manca mai a casa mia durante le feste pasquali.

Per ingredienti e sapore ricordano i classici fiadoni abruzzesi, ma la forma è diversa e noi a casa li preferiamo così: il ripieno al formaggio e uova non è coperto di pasta come nel fiadone, la pasta è solo alla base e quindi ogni boccone è più saporito perché c’è più formaggio!

Il ripieno tradizionale è di rigatino: un formaggio abruzzese (che penso si trovi difficilmente altrove). Ora, io ho sempre mangiato il rigatino ma non mi sono mai chiesta se fosse di latte di mucca o pecora. Per scrivere questa ricetta mi sono documentata ma… le mie fonti sono contraddittorie! 🙂 Chi dice latte ovino, chi vaccino…

Nel dubbio, se volete riproporre queste pizzarelle e non trovate il rigatino, usate un formaggio semi-stagionato abbastanza delicato.

Noi spesso invece del rigatino usiamo il formaggio fatto da mia zia con il latte delle sue mucche… Super genuino e saporito!

Pizzarelle Pasqua3Curiosi di conoscere questa ricetta, e di accogliere un po’ d’Abruzzo sulle vostre tavole pasquali?

Sono ideali anche come parte di un buffet salato… sono dei bei bocconcini saporiti, golosi, uno tira l’altro!

Le dosi sono abbastanza indicative… nel senso che le ho fatte ormai un po’ di tempo fa con mia madre, e ho cercato di misurare le quantità esatte di ingredienti ma non è stato facile… mia madre è refrattaria a misurare gli ingredienti!

“Pizzarelle” abruzzesi al formaggio

Pizzarelle Pasqua4_txtIngredienti (per circa 15-25 pizzarelle, in base a quanto le fate grandi)

Per la base di pasta:

  • 3 uova + 1 per spennellare
  • 100 ml olio evo
  • 400 gr farina
  • 1 bustina di lievito chimico non vanigliato
  • 5 gr sale

Per il ripieno (dosi molto indicative :)):

  •  500 gr formaggio rigatino grattugiato (o altro formaggio semi-stagionato)
  • 2-3 uova

Preparazione

In una ciotola mescolare il formaggio grattugiato e le uova, ottenendo un composto morbido ma sodo.

Per preparare la base di pasta, su un piano di lavoro disporre a fontana la farina setacciata con il lievito e il sale. Al centro rompere le 3 uova e versare l’olio. Mescolare i liquidi e poco alla volta amalgamare la farina, ottenendo un panetto di pasta sodo, della consistenza della pasta fresca. Lasciar riposare l’impasto per una mezz’oretta.

Pizzarelle Pasqua2Con il matterello stendere la pasta non troppo sottile (circa 5 mm) e ricavare dei dischetti, che formeranno la base delle pizzarelle. Intanto preriscaldare il forno a 180°.

Porre su ogni dischetto una generosa dose di ripieno al formaggio (per dei dischetti di circa 7 cm di diametro due cucchiaiate) lasciando i bordi liberi. Per fare la classica forma delle pizzarelle, “pizzicare” il dischetto ai lati, realizzando al contempo un bordo che tratterrà il ripieno. Ritagliare con la rotella dentata delle strisce di pasta e porle a croce sopra il ripieno (le foto aiutano a capire il procedimento e il risultato meglio della mia descrizione :)).

Pizzarelle Pasqua5

 

 

 

Porre le pizzarelle su una teglia ricoperta di carta forno e spennellarle con un uovo sbattuto.

 

Pizzarelle Pasqua6

 

 

 

 

 

 

 

Cuocere in forno per circa 30 minuti, finché le pizzarelle non saranno gonfie e dorate.

 

 

Probabilmente dopo che le tirerete fuori dal forno si sgonfieranno un po’… capita purtroppo! 🙂

Pizzarelle Pasqua8Che buone queste pizzarelle… Per fortuna che per Pasqua torno a casa e me ne posso mangiare un paio!

Le pizzarelle sono ottime ancora tiepide di forno ma sono buone anche fredde. Si conservano per diversi giorni chiuse in un sacchetto di plastica, e inoltre si possono tranquillamente congelare!

Pizzarelle Pasqua10Vi ho incuriositi?

Ed ecco le altre ricette che partecipano alla raccolta di L’Abruzzo in tavola di questo mese:

Pizzarelle Pasqua9

 

 

Mi raccomando, cliccate “mi piace” sulla pagina Facebook de L’Abruzzo in Tavola e scoprite ogni giorno le ricette tradizionali abruzzesi e le nostre rivisitazioni!

E naturalmente… vi auguro una buona Pasqua! Che sia felice e serena… e che ci sia bel tempo! 🙂

Annunci

22 thoughts on “La mia ricetta abruzzese per Pasqua: le “pizzarelle” al formaggio

  1. Belli belli Alessia! questa Pasqua sarà piena di belle idee!
    da voi si fanno le Pizze dolci di Pasqua? io le ho pubblicate ieri, e mi sono resa conto che molta gente non le conosce!

  2. Che belle queste pizzarelle Alessia ! Sai che dalle mie parti non si fanno? Si fanno più i fiadoni , ma devo dire che in questa veste mi piacciono di più ! Le farò per il battesimo del mio nipotino ! Grazie per questa bella ricetta !
    Sono felice di conoscerti, grazie alla bella iniziativa di Abruzzo in tavola !
    A presto,
    Patty

  3. Pingback: Fiadoni dolci alla ricotta | ricetta di Pasqua | dolce abruzzese

  4. Grazie Alessia per avermi fatto scoprire questa meraviglia della nostra regione!!!
    Sono splendide sia da cotte che da crude!!!! 😉
    un bacione e buona pasqua

  5. Grazie Alessia per avermi fatto scoprire questa meraviglia della nostra regione!
    Sono bellissime sia da cotte che da crude!! 😉
    un bacione e buona Pasqua

  6. Ciao Alessia, mi piacciono proprio queste pizzarelle! Da noi non si fanno ma devo dire che sono molto belle e sicuramente deliziose…adoro tutto ciò che è fatto col formaggio! Ti abbraccio e ti auguro di trascorrere una buona Pasqua! A presto, Mary

  7. ciao Alessia, le tue pizzarelle di Pasqua hanno la stessa forma dei nostri fiadoni!!! sono bellissimi e tu sei stata molto precisa nella forma!! sono molto contenta di conoscerti tramite l’Abruzzo in tavola!!! Buona serata Tittina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...