Hai paura del burro?

SAM_2070

Io un po’ sì. Questo timore è in contraddizione con la mia passione per i dolci? No… cioè, adoro fare torte e biscotti, trovare e sperimentare nuove ricette, ma tendo a rifuggire dagli impasti troppo burrosi. Mi illudo di fare dolci “leggeri” perché è previsto RELATIVAMENTE poco burro o olio, quando poi sono pieni magari di zucchero, o miele, o cioccolato… Insomma, bello crederci! Poi così mi sento meno in colpa se mangio quantità abnormi di questi dolci: “tanto è light” è il refrain che il mio cervello mi propina!

Eppure… sono in Francia, paese in cui i prodotti da forno, le brioche, le torte, i pasticcini e i biscotti si fregiano con orgoglio della dicitura “Pur beurre” (puro burro) per indicarne la qualità. Qui l’olio d’oliva è pressoché ignorato. Capite bene che, se volevo riprodurre qualche specialità tipicamente francese, dovevo mettere da parte la mia antipatia per il burro (antipatia genetica, trasmessa da mia madre e da generazioni di donne di famiglia che hanno sempre usato l’olio di oliva nostrano in sostituzione del burro anche nei dolci) e accettarlo di buon grado.

Così è stato. Dopo un’iniziale fase in cui usavo un burro al 40% di grassi, sempre nel tentativo di conciliare gola e salute, mi sono abbandonata al burro normale, candido e profumato. Promettendo a me stessa di mangiare meno biscotti…

Complici anche dei cofanetti di cucina acquistati qui, composti da libri di ricette e gli utensili per realizzarle e personalizzarle, ho deciso di preparare dei petits sablés, dei biscotti al burro molto fragranti e friabili. La pasta è una sorta di pastafrolla, la pâte sablé per l’appunto, chiamata così perché mescolando zucchero e farina con il burro si crea un impasto granuloso, quasi come fosse della sabbia.

Ed ecco la ricetta di questi sablés francesi, personalizzati grazie a uno stampino con l’immagine della Tour Eiffel e la scritta “Petits sablés de Paris”… non sono carinissimi? Io ho aggiunto alla ricetta base delle pepite di cioccolato per renderli ancora più golosi… gnam!

Petits sablés

SAM_2072

Ingredienti (per circa 20-25 biscotti grandi)

370 gr farina

120 gr zucchero

250 gr burro

1 cucchiaino lievito

5 gr sale

3 tuorli d’uovo

40 gr cioccolato fondente a pezzettini

Preparazione

Mescolare in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito, e aggiungere il burro freddo a tocchetti. Lavorare la pasta con le dita, picchiettando e “pizzicando” in modo da ottenere un impasto granuloso, non compatto (è la fase di sabbiatura della pasta).

Incorporare poi i tre tuorli, amalgamando tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto sodo. Aggiungere i pezzetti di cioccolato.

Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo per almeno un’ora, così che si rassodi e sia più facile lavorarlo.

Preriscaldare il forno a 180°. Stendere la pasta a uno spessore di circa mezzo centimetro. Per facilitare questa operazione si può mettere la pasta tra due fogli di cartaforno.

Con uno stampino – o un semplice bicchiere – tagliare i biscotti e metterli su una teglia ricoperta di cartaforno. Se, come me, avete a disposizione un “timbro” per personalizzare i biscotti, infarinatelo bene e premetelo sul biscotto dopo averlo trasferito sulla teglia.

Mettere in forno statico per 10 – 13 minuti fino a quando i biscotti diventano leggermente dorati.

Se non riuscite a esaurire la pasta con una sola infornata rimettetela in frigo mentre i primi biscotti cuociono. Se il burro dell’impasto si ammorbidisce troppo diventa difficile lavorarlo.

Se i biscotti sembrano troppo morbidi a fine cottura non preocupatevi, induriranno raffreddandosi.

Il bello di questa ricetta è che potete personalizzarla arricchendo i biscotti con vari aromi: ad esempio, aggiungendo della scorza e un po’ di succo di limone o di arancia, o aggiungendo del cacao in polvere (diminuendo la dose di farina), o quello che la fantasia vi suggerisce.

Facendo questi biscotti sentirete un delizioso profumino di burro diffondersi in cucina… Vi sfido a resistere ad assaggiarli prima che siano ben freddi! Io non ce l’ho fatta…

Annunci

10 thoughts on “Hai paura del burro?

  1. Viva l’olio extravergine di oliva!!!! Ti aspetto a Cugnoli per arricchire il tuo blog di dolcetti …genuini. Un bacio, la mamma.

  2. Pingback: Cioccolato e noci… what else? | Amore, zucchero e cannella

  3. Pingback: Grillé aux pommes, uno sfizio à la française | Amore, zucchero e cannella

  4. Ciao!!! Io li ho fatti proprio qualche mese fa con la tua ricetta e il successo è stato incredibile! Non c’è ricetta più azzeccata! Oggi li rifaró per un dolce risveglio per San Valentino! Grazie mille e complimenti!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...