C’era una volta… la confettura fatta in casa

Crostata fichi_edit

Immaginate di vivere in un paesino di campagna.

Immaginate di avere a vostra disposizione un ampio giardino con ogni sorta di alberi da frutto.

Immaginate un giorno di fine estate, ancora caldo ma già con un po’ di nostalgia per la bella stagione che cede il passo all’autunno, e immaginate di voler racchiudere in un barattolo un po’ di sole e di calore.

Cosa avreste fatto? Io ho fatto una confettura di fichi.

Sono andata in giardino e nell’orto e ho colto chili e chili di fichi, li ho sbucciati con pazienza e messi a macerare con un po’ di zucchero, per poi cuocerli in pentola con un po’ di succo di limone e della vaniglia. Contro ogni pessimistica previsione di mia madre, la confettura di fichi è perfettamente riuscita al primo tentativo. Inutile dire che per me aveva il sapore delle cose buone di una volta, quelle fatte con pazienza e, perché no, anche con un po’ di olio di gomito. E quando si mangia una cosa fatta da sé, si sa, c’è più gusto!

Per me la cucina è proprio questo, riconoscere il valore di quello che mangiamo e infondere nei piatti l’amore che abbiamo per la nostra terra e per le persone care a cui facciamo da mangiare. Penso che una delle cose più appaganti che si possano fare è prendersi il tempo di sbucciare, di impastare, di far lievitare, avere la pazienza di aspettare la cottura e, finalmente, godere del cibo insieme alle persone che amiamo. E forse non è proprio il tempo il nostro bene più prezioso, e dedicarsi alle persone care il modo migliore di impiegarlo?

Inauguro il mio blog con la ricetta di una crostata che ho fatto con la mia confettura. Si tratta di una crostata rustica per l’impiego della farina integrale e al tempo stesso delicata per l’utilizzo delle mandorle.

Crostata alle mandorle e confettura di fichi

Ingredienti

Frolla:

200 gr farina “00”

100 gr farina integrale

120 gr burro ammorbidito a pezzetti

50 gr mandorle tritate

150 gr zucchero

2 tuorli e 1 uovo intero

la buccia grattugiata di mezzo limone

un pizzico di sale

1 cucchiaino di lievito (facoltativo per la frolla, io lo metto perché così viene più soffice)

Farcitura

Confettura di fichi

Alcune mandorle intere

Preparazione

Preparare la frolla: mescolare in una ciotola le farine, il lievito, il sale, lo zucchero e le mandorle tritate. Aggiungere il burro a pezzetti e mescolare con la punta delle dita fino a ottenere un impasto farinoso, “sbricioloso”. Aggiungere la buccia grattugiata di limone e le uova e lavorare velocemente (altrimenti il burro si scioglie troppo e la frolla diventa troppo morbida). Ricavare un impasto compatto a forma di palla, avvolgerlo nella pellicola trasparente e metterlo a rassodare per circa 30 minuti in frigorifero.

Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto e lasciarne un po’ da parte per decorare la crostata. Stendere la pasta in un disco da porre in una teglia da crostata imburrata e infarinata da circa 26 cm, lasciando i bordi abbastanza alti. Farcire il guscio di frolla con la marmellata e, se necessario, ripiegare i bordi. Decorare con le strisce di frolla e con le mandorle intere.

Infornare a 180° per circa 30′. Se la crostata comincia a colorarsi troppo coprirla con un foglio di alluminio e continuare la cottura.

Far raffreddare e spolverare di zucchero a velo.

Che dire… bella da vedere e buonissima da gustare, con il contrasto tra la morbidezza della marmellata e la croccantezza della frolla e delle mandorle. Poi mi piace sottolineare che anche le mandorle provengono dal mio giardino, pazientemente raccolte una a una da mio padre. Insomma, questa crostata si candida a diventare una ricetta di famiglia… e del resto, ci sono ancora tanti barattoli di confettura di fichi a casa che aspettano solo di essere trasformati in qualcosa di ancora più buono!

Annunci

7 thoughts on “C’era una volta… la confettura fatta in casa

  1. Ciao Daniela! Per la marmellata di fichi guarda, io ho un problema con le dosi perché spesso faccio a occhio – e in questo senso il blog è terapeutico, mi obbliga a disciplinarmi e a misurare grammi e centilitri!
    Comunque in linea di massima ho messo per un chilo di fichi sbucciati (ho mescolato fichi verdi e violetti) 200-250 gr di zucchero. I fichi sono già molto dolci quindi lo zucchero serve soprattutto come conservante.
    Ho anche aggiunto, sempre per un chilo di fichi, una grossa mela che con la sua pectina agisce da addensante naturale. La mela puoi metterla grattugiata o, se preferisci, tagliata a pezzettini.
    Ho inoltre aggiunto una bustina di vanillina e il succo di mezzo limone (sempre per una milgiore conservazione).
    Spero di essere stata esauriente!
    Un abbraccio e grazie di seguirmi!

  2. Amica mia complimenti per il blog!:-) E’ divertente e ci sono già ricette gustosissime.
    Ricordo con nostalgia le nostre cenette, i piatti preparati con amore ma soprattutto la gioia di condividere insieme il nostro amato cibo!:-))
    Da tua fan,ho già una richiesta :p : pubblicheresti la ricetta dei macarons??

    • Cara Stella,
      anche io ho tanta nostalgia di due cose in questo periodo: il caminetto – come già saprai! – e il periodo a Forlì, davvero uno dei più belli della mia vita! sigh!
      Ma presto ci rivedremo per nuove cenette e chiacchere!
      E non preoccuparti, mettero al più presto la ricetta dei macarons! Magari quando torno a casa, durante le vacanze di febbraio, così sperimento altre varietà…
      Un bacio e continua a seguirmi 😉

  3. Ciao Ale! Quest’anno devo assolutamente provare a fare anch’io la marmellata di fichi, visto che in giardino ho due alberi e di solito sono belli carichi! Grazie mille per la ricetta! Un bacio! 🙂

    Ilaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...